Come arredare un ufficio in casa

Il 2020 che volge al termine ha rappresentato per tantissime persone un anno che ha obbligato a cambiare routine e abitudini. Chi infatti si è trovato costretto da fattori esterni allo smart working ha dovuto in tempi rapidi trovare le migliori soluzioni su come arredare un ufficio in casa e adattarsi a una realtà sconosciuta e inedita.

È innegabile che lo smart working, un tempo chiamato più semplicemente telelavoro, sia entrato prepotentemente nella routine quotidiana, ma in realtà già da tempo molte persone sfruttano questa modalità con profitto, in quanto consente maggiore libertà nella gestione del tempo libero e grande flessibilità.

Per chi stia cercando il migliore equilibrio domestico tra gli spazi di lavoro e quelli familiari è utile sapere come organizzare un ufficio in casa al meglio, e nella nostra analisi di questo tema cercheremo di fornire delle linee guida per comporre un ambiente confortevole ma allo stesso tempo funzionale, senza trascurare nessun aspetto.

Sono fondamentalmente due le macrocategorie alle quali faremo riferimento, in base agli spazi disponibili. La prima riguarda chi ha un appartamento abbastanza ampio da poter adibire un’intera stanza a ufficio, mentre la seconda coinvolge chi non ha la fortuna di avere una stanza in più e deve quindi fare di necessità virtù creando un angolo ufficio in casa.

Come arredare una stanza ufficio?

Iniziamo dunque dai più fortunati, che possono destinare un’intera stanza alla loro attività professionale. Conviene in questo caso scegliere un ambiente più isolato della casa, distante dalla dimensione privata, il che sarà un vantaggio anche nel caso si ricevano visite di clienti.

L’arredamento dovrà essere essenziale ma professionale, gradevole dal punto di vista estetico ma anche molto funzionale. Bisogna prendere come concept di ispirazione il proprio benessere psicofisico e la conseguente creazione di uno scenario che sia allo stesso tempo confortevole e rilassante ma in grado di stimolare tutte le energie mentali. Ci sono ovviamente alcuni elementi di arredo imprescindibili che qui sintetizziamo.

Scrivania da ufficio

Hai in primo luogo bisogno di una scrivania spaziosa, con un ampio piano di appoggio e possibilmente con cassettiera laterale, così da poter tenere sempre tutto in ordine. È evidente che sia questo il cuore del tuo ufficio, perno attorno al quale ruoteranno tutte le tue attività tra telefonate, email e documenti da compilare.

scrivania-ufficio

Una comoda sedia da ufficio

Se la scelta della scrivania è condizionata soprattutto dai gusti personali e dallo stile che caratterizzerà il tuo ufficio, la sedia è invece un elemento da scegliere con la massima cura perché deve essere comoda ed ergonomica e favorire la più corretta postura durante le ore che trascorri a lavorare.
Si tratta di una decisione che ha a che fare con la tua salute, perché un lavoro molto sedentario e svolto in posizione scorretta può causare dolori alla schiena.

sedia-ufficio

Illuminazione da ufficio

Il terzo fattore chiave è per noi rappresentato dall’illuminazione: per lavorare e non affaticare la vista devi organizzare il tuo ufficio in modo tale da gestire al meglio le fonti di luce naturale (le finestre oppure i balconi) ed accostando una lampada da scrivania da utilizzare quando cala il buio, con una luce che non sia troppo calda perché non favorisce la concentrazione. L’illuminazione è a tutti gli effetti una componente basilare di un ufficio ben organizzato, e per nessun motivo deve essere trascurata!

Altri accessori per un ufficio a casa

Tutto il resto, gli altri elementi e complementi di arredo, saranno una cornice da comporre sulla base delle tue esigenze ma anche del tuo gusto: potrebbero esserti sufficienti delle mensole, ma potrebbe anche essere necessaria una libreria oppure un classico mobile da ufficio con vetrinetta dove stivare i faldoni.
A quel punto potrai dedicarti alla decorazione ed all’abbellimento per rendere il tuo spazio di lavoro più ricercato, con dei quadri, una pianta, e un paio di comode sedie di design se prevedi di ricevere clienti.

Come creare un angolo ufficio in casa

È del tutto diverso il caso di chi non abbia un’intera stanza a disposizione: qui vanno fatte delle scelte che siano ancora più razionali ed oculate, e in grado di ottimizzare gli spazi ma permettendoti al tempo stesso di lavorare in un ambiente tranquillo.

Suggeriamo, a meno che non sia inevitabile, di non organizzare l’angolo ufficio in casa nella camera da letto. Lo spazio dove sei solito dormire dovrebbe essere mantenuto neutro, asettico e libero da incombenze, per addormentarti la sera in maniera più serena. Chiaramente se vivi in una famiglia con dei bambini questa scelta diventerà per te quasi obbligata, per cui dovrai riuscire a trovare il giusto equilibrio e stabilire con fermezza con te stesso che quell’angolo in camera da letto non deve influire sulle tue ore extra lavorative.

Se invece puoi collocare il tuo angolo ufficio in salotto, nel soggiorno o nell’area living, devi optare per elementi di arredo essenziali, sobri e poco ingombranti, in primis la scrivania, per non rischiare di contaminare troppo lo stile complessivo dell’arredamento. Seleziona un angolo con buona illuminazione ma riservato, e fai il possibile per posizionare la scrivania contro il muro, uno stratagemma che ti eviterà distrazioni, sempre meglio di lavorare seduti a terra 🙂

lavorare-seduti-a-terra

Quello di una sedia ergonomica e confortevole è un assunto dal quale non puoi esimerti nemmeno in questo caso, mentre per il resto dell’arredamento sarà preferibile optare per delle mensole a giorno strategiche proprio per non appesantire troppo l’estetica della stanza.
Certamente vorrai dare spazio al tuo gusto personale, ma per un mini ufficio in casa l’opzione che si rivela sempre ottimale e con la giusta personalità è quella di un arredamento moderno e dalle tinte chiare.

Piccole idee smart per un ufficio in casa

Chiudiamo la rassegna con un paio di proposte originali e furbe per rendere questo angolo ufficio ancora più fruttuoso.
La prima, se lo spazio disponibile è sufficiente, è separare l’ambiente di lavoro da quello living con una libreria free standing che fungerà anche da divisorio: in questo modo l’angolo dove lavori sarà più appartato, per certi versi favorirà la tua concentrazione, ed in più la libreria ti permetterà di avere a portata di mano documenti o volumi che devi consultare.

Un secondo tip che ti diamo è studiare con attenzione le numerose offerte che il mercato dell’arredamento propone per le consolle allungabili. Ti troverai a disporre di un arredo multifunzione che “da chiuso” ti consentirà di lavorare in tutta comodità, ma che all’occorrenza potrà essere sfruttato persino come tavolo da pranzo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.