Come unire due materassi singoli

Quando ci si trova a dover sistemare una camera da letto, adattandola a nuove esigenze, può presentarsi il bisogno di scegliere un tipo di materasso. Tuttavia, ci sono delle circostanze in cui l’assetto precedente della camera prevedeva due letti singoli separati, e ora ci si ritrova con due materassi singoli e la conseguente impossibilità di avere un letto matrimoniale, a meno che non si decida di acquistarne uno nuovo.

Per risparmiare denaro e ottimizzare ciò che già si possiede, esistono dei modi efficaci per unire i materassi singoli e avere finalmente a disposizione un letto che faccia al nostro caso. Vediamo meglio come fare!

Metodi pratici per unire due materassi singoli

Al fine di unire due materassi singoli, è necessario avere almeno un minimo di manualità e pazienza, nonostante le procedure di unificazione siano abbastanza semplici. É inoltre necessario avere anche determinati accessori per unirli con efficacia. Tra i vari vi è il topper per materassi, ossia un elemento da dover applicare sopra i due materassi uniti, e consiste in un materasso abbastanza sottile e talvolta sfoderabile a seconda del proprio acquisto. É possibile utilizzarlo per tenere fermi i due materassi singoli una volta uniti, ed è disponibile in vari materiali per garantire il comfort della persona, tra cui il Memory.

Un’alternativa ottimale sono i ferma materassi laterali, da posizionare rispettivamente sui lati sinistro e destro della rete a doghe al fine di tenere uniti i materassi singoli. Se si è preoccupati del corretto fissaggio dei materassi, è opportuno utilizzare una cinghia di fissaggio apposita, la quale si avvolge attorno al perimetro dei materassi e successivamente la si fissa affinché rimangano in posa.

Inoltre, è fortemente consigliato l’utilizzo di una fascia a ponte tra i materassi da poter applicare sulla parte superiore: questa permetterà di formare uno spazio tra i due materassi e ha il vantaggio di essere abbastanza morbida.

Se si vogliono evitare degli accessori specifici e si preferiscono invece dei kit appositi, allora è possibile affidarsi ai kit denominati Bed Bridge, i quali sono costituiti da una cinghia per unire i materassi e la fascia a ponte. Al fine di poterli utilizzare correttamente è necessario inserire i materassi all’interno di un copri materasso matrimoniale, il quale dovrebbe essere munito di cerniera o a sacco. Qualora il proprio copri materasso sia a lenzuolo, si può usare una clip a triangolo elastico per unire correttamente i due materassi.

Di seguito, è possibile sapere di più sui principali accessori precedentemente indicati per unire i due materassi singoli.

Fascia

Questa è estremamente comune per unire i materassi non solo perché ha un materiale morbido, ma può eliminare lo spazio tra i due materassi: in tal modo, sarà possibile usufruire di un piano d’appoggio che garantirà un riposo ottimale.

Oltretutto, questa fascia ha il grande beneficio di disporre di vari tipi di materiali e può essere anche utilizzato su diversi tipi di materassi, che essi siano in memory foam, a molle o in lattice. Una volta fissata la fascia sarà sufficiente utilizzare delle lenzuola per un letto matrimoniale apposite e godersi il relax.

Ganci e cerniere unione

Le cerniere ed i ganci unione sono degli elementi che consentono di unire i due materassi senza lasciare alcuno spazio tra di loro. Nello specifico, le cerniere d’unione hanno il solo compito di garantire l’unione dei due materassi, mentre i ganci sono appositi per tenere le basi dei materassi uniti. Questi ultimi sono caratterizzati da una regolazione manuale ed un sistema di bloccaggio.

Copri materasso con cerniera

Questa tipologia di copri materasso è estremamente utile in quanto, grazie alla cerniera di cui è munito, consente di coprire dei materassi di piccole dimensioni e tenerli attaccati senza che vi siano degli spazi vuoti nel mezzo. Oltretutto, il copri materasso favorisce una protezione in più per il materasso stesso, il quale potrebbe essere intaccato da batteri, polveri e acari. Questi ultimi rappresentano infatti un problema non indifferente per coloro che hanno particolari allergie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.